Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 20 ottobre 2014

E finalmente Maigret

Era da un sacco di tempo che volevo leggere un libro di George Simenon. Una volta avevo letto che i suoi gialli son pure meglio di quelli di Agatha Christie. Ovviamente, da amante della regina del giallo, quest'affermazione mi ha incuriosita parecchio. Così ho cercato un titolo che mi ispirasse, e ho preso Maigret e il fantasma.
La lettura è ancora in corso, ma per ora posso dire che l'atmosfera tipica del giallo si avverte poco. Il commissario è un buon personaggio, ben costruito, che ispira simpatia. Ma manca il brivido che c'è negli assassinii che capitano a Miss Marple o a Poirot. Sarà l'abitudine, sarà che la penna femminile della Christie è invidiabilmente arguta, ma per ora Simenon non è una così gran bella rivelazione. Peccato.

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, commentate, commentate!