Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 8 maggio 2014

Il lettore intellettual-snob

Immagine tratta dal blog Amanti dei Libri
Avete presente quelle persone che rifiutano categoricamente di leggere certi libri perché non li considerano degni della loro attenzione? Quei lettori intellettualmente fastidiosi, che snobbano la letteratura poco impegnata, che amano solo i testi di un certo spessore (spesso anche fisico!), che leggono solo per dimostrare al mondo e a se stessi di essere colti? Io li trovo terribili.
Diciamocelo chiaramente: anche a me piace aver letto autori di una certa rilevanza, di certo non rinnego la mia formazione classica. Del resto, ho proseguito i miei studi iscrivendomi in Lettere Moderne, dunque conosco bene il valore di certi pilastri portanti della letteratura.
Ma vi immaginate che assurdità se mi vedeste sotto l'ombrellone con in mano quell'esile volume che è I Promessi Sposi? Non sarebbe un tantino ridicolo?
Io credo che rifiutare romanzi leggeri e/o distensivi soltanto per dimostrare di essere degli intellettuali raffinati, sia esattamente il contrario: dimostrare di essere dei lettori ottusi.
Per quanto mi riguarda, nel mio universo letterario trova spazio sia Dan Brown che Italo Calvino, sia Fabio Volo che Henry James. Insomma, classici e moderni, letteratura di intrattenimento e letteratura più impegnata. Mente aperta, ragazzi! La lettura deve insegnare questo. Altrimenti non serve a nulla che leggiate migliaia di libri se poi siete più chiusi di una cassaforte!

3 commenti:

  1. Concordo con te Claudia! La lettura devve essere varia. Deve dipendere anche dal momento che si sta vivendo,. Se si ha voglia di rilassarsi va bene un libro più "leggero"... se si ha voglia di ridere uno umoristico... se invece si ha voglia di pensare ad una determinata cosa si cerca un libro che parli di quello.
    Mai escludere a priori una lettura. Magari adesso non è il momento adatto ma prima o poi potrebbe arrivare.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. C'è un tempo per ogni libro. O quasi. In ogni caso, mai scartare nulla a priori. Potremmo perderci un ottimo autore.

      Elimina
    2. Vero! Il fatto è che a volte si sente la necessità di qualcosa di più leggero per svagarsi. Altre invece di qualcosa che ci faccia riflettere. Mai scartare niente. Leggere secondo il prprio stato d'animo!

      Elimina

Commentate, commentate, commentate!