Si è verificato un errore nel gadget

sabato 21 settembre 2013

La comunità virtuale

Mi hanno raccontato che un giorno tutti noi avremo un alter ego virtuale. Un essere che avrà il nostro nome e la nostra faccia e vivrà al posto nostro. Vivrà in un mondo parallelo.
Mi hanno raccontato che non servirà più comunicare fra noi. Mi hanno raccontato addirittura che non riusciremo più a farlo. Perché non ci sarà bisogno e allora perderemo l'abitudine. E anche se saremo a pochi passi uno dall'altro, preferiremo dirci tutto per mezzo dell'alter ego virtuale. Costruiremo così una vita come l'abbiamo sempre voluta. Litigheremo e faremo la pace davanti allo schermo di un pc, la porta per il mondo virtuale che abbiamo creato. Metteremo in vetrina ciò che vogliamo mostrare agli altri, per dare loro un'idea di noi che ci piaccia. Per dimostrare che esistiamo.
Mi hanno detto che tutti crederanno di sapere tutto di tutti. Vuoi fare amicizia con una persona? Basta un clic. Vuoi chiudere un rapporto difficile? Basta un clic.
Mi hanno raccontato che prima o poi, questo mondo virtuale prenderà il posto di quello reale. Mi hanno raccontato che, invece che vivere e goderci ogni attimo della nostra vita, ci preoccuperemo prima di tutto di documentarlo e farlo sapere al mondo virtuale. Mi hanno raccontato che saremo schiavi di questo nuovo mondo. Vivremo non per noi, ma per accrescere il nostro alter ego. Per farlo grande agli occhi della comunità virtuale. Mi hanno raccontato che questo nuovo mondo si chiamerà Facebook.

Nessun commento:

Posta un commento

Commentate, commentate, commentate!