Si è verificato un errore nel gadget

martedì 21 aprile 2015

E-reader: un libro è un libro

Cari lettori,
oggi vorrei parlarvi di e-book e di e-reader, ovvero lettori digitali e libri digitali.
Ho ricevuto in regalo (da chi mi conosce proprio bene!) un bellissimo lettore di e-book: il Kindle Paperwhite. In questi giorni ho avuto modo di testarlo e posso dire di esserne davvero soddisfatta. La mia diffidenza verso gli e-book è completamente scomparsa. Dissolta.
Il Kindle Paperwhite è intuitivo, comodo con la sua tecnologia touch e non affatica la vista (come mi capitava leggendo da pc o tablet). È bello poter tenere con una sola mano libri di migliaia di pagine, mattoni che, in formato cartaceo, sarebbero stati scomodi da leggere a letto.
Certo, la carta ha sempre il suo fascino. La copertina, l'odore, la granatura delle pagine...il fascino del libro non tramonterà mai. Ma ebook e libri possono convivere benissimo. Provare per credere. In fondo, un libro è un libro, qualsiasi sia il suo formato.


5 commenti:

  1. E' vero Claudia, non importa come e dove ma basta leggere. Poi gli ereader sono comodi anche per ricercare dentro il testo qualche brano o parole chiavi evitando di riempire di post it le pagine di un libro di carta.

    RispondiElimina
  2. Concordo in pieno. Gli e-reader sono comodi. Soprattutto se sei in viaggio e non puoi portarti dietro un borsone pieno di libri. Anche se il fascino del libro tradizionale è innegabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro cartaceo credo che non tramonterà mai. Ma nel cuore dei lettori c'è posto per tutti, giusto? ;)

      Elimina
    2. Giusto. Infondo la cosa importante è l'emozione che trasmette. Poi se il libro è composto di carta o da qualche manciata di megabit non è importante.

      Elimina

Commentate, commentate, commentate!